Chi dice che solo la donna ha l'imbarazzo della scelta in fatto di moda e di scarpe si sbaglia. Anche per l'uomo esiste una vasta scelta: per gli amanti delle scarpe classiche, intramontabili, esistono per esempio diversi modelli tra cui le derby e le francesine.

L'uomo che sceglie le scarpe classiche derby va alla ricerca di uno stile poco formale e più casual. Rispetto alle francesine, il gambetto delle derby è cucito sopra la mascherina, in modo che il piede venga letteralmente avvolto.

Proprio questo dettaglio della scarpa, rende la derby più sportiva e informale, tanto che nell'800 divenne ufficialmente la scarpa sportiva da uomo. Adatto per i jeans o un semplice pantalone, il modello è particolarmente consigliato per chi ha il collo del piede alto e la pianta larga. Le derby, infatti, si indossano comodamente con la possibilità di regolare l'allacciatura e la distanza tra i due gambetti.

Per l'uomo che, invece, cerca uno stile più elegante, la scelta ricade sicuramente sulle francesine. Una scarpa adatta ad ogni occasione, ma principalmente per gli impegni extralavorativi che richiedono un abbigliamento impeccabile.

In origine, ad indossare le francesine erano in particolare gli studenti universitari di Oxford che provenivano da famiglie benestanti. Un modello semplice e raffinato, la francesina rappresenta l'eleganza per eccellenza. Quello che distingue la francesina dalla scarpa derby, è la mascherina cucita sopra i gambetti. Esistono diverse varianti della francesina: con la decorazione a fiore, liscia con puntina o ancora con una particolare foratura in punta.

Anche per l'uomo la scelta della scarpa è importante: uno stile informale e sportivo da un lato, elegante e raffinato dall'altro, le derby e le francesine rispecchiano due modi di vestire differenti, ma allo stesso tempo rappresentano entrambe il desiderio di curare il proprio abbigliamento nei dettagli.

Comments (0)